L’amnio

L’amnio è la membrana più interna del sacco amniotico, priva di vasi sanguigni, che racchiude il feto nel corpo materno. La sua donazione è una donazione da vivente e avviene con il consenso della madre alla nascita del bambino tramite taglio cesareo. L’amnio ha proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e analgesiche e viene quindi utilizzato principalmente per coprire delle ferite. Il trapianto di amnio è una cosiddetta terapia transitoria: dopo alcune settimane l’amnio si dissolve e viene sostituito dalle cellule proprie dell’organismo.

Patologie che possono determinare l’indicazione al trapianto

L’amnio viene utilizzato principalmente per il trattamento di lesioni superficiali della congiuntiva e/o della cornea dell’occhio nonché per coprire ferite dovute a gravi ustioni o a ulcere cutanee.