Share Mail Print

Sull' iniziativa

Di cosa si tratta?

Con il modello del consenso presunto ogni cittadino è tenuto a dichiarare la propria volontà in merito alla donazione di organi. Chi non volesse donare i propri organi, deve far scrivere la propria volontà in un apposito registro. In caso contrario si presumerà un consenso. Tale procedimento offre vantaggi in ogni caso.

A chi serve l' iniziativa?

Siete a favore della donazione di organi::
In caso di emergenza il personale sanitario coinvolto nei colloqui con i vostri familiari, di regola, parte dal presupposto di un vostro consenso alla donazione di organi, in quanto nell’apposito registro non risulta alcuna voce. Non dimenticatevi di informare i vostri familiari in merito alla vostra volontà. In questo modo avrete la massima sicurezza del rispetto della vostra decisione.

Se siete indecisi:
In tal caso il nuovo modello comporta per voi una presa di decisione. Finora è stato possibile sottrarsi a una tale scelta. Di conseguenza in casi gravi sarebbe stata la famiglia a doversi assumere la responsabilità di una decisione al posto vostro. Con il nuovo modello è chiaro che, se non si  acconsente, è necessario far registrare la propria volontà. In caso di mancata registrazione si potrà partire dal presupposto dell’esistenza di un consenso sostanziale.

Se siete contro la donazione di organi:
In tal caso il nuovo modello sarà per voi di maggior vantaggio. Non dovrete infatti far altro che registrare la vostra decisione contro la donazione. In caso di emergenza il personale sanitario si limiterà a consultare il registro: se siete registrati come non donatori, egli saprà che non intendete donare i vostri organi, pertanto non svolgerà alcun colloquio con i vostri familiari.