Share Mail Print

Il coronavirus da una prospettiva diversa.

In matematica il percorso più breve tra due punti A e B è sempre una retta. Nella vita, però, talvolta questo percorso può essere a zigzag, proprio com’è successo a Sébastien. Punto A: quattro anni fa a Sébastien viene diagnosticata una cardiomiopatia, una malattia inguaribile del cuore. Punto B: oggi Sébastien è di fronte a noi, con un cuore trapiantato, in buona salute e pieno di gioia di vivere. Nel mezzo, un periodo difficile di alti e bassi. Parlando con Sébastien si nota subito, però, che è una persona propositiva che affronta le sfide di petto.

Il primo scoglio: il padre di due figli ha dovuto annunciare la pessima notizia alla sua famiglia. «È stato molto difficile per tutti», dice ripensando al passato. Ma lo shock ha lasciato ben presto il posto al supporto. Sua moglie, sua figlia, suo figlio e i suoi genitori, tutti l’hanno sostenuto e incoraggiato. Sébastien è loro molto grato per questo. Prova questo sentimento anche nei confronti del suo donatore: «Sono molto grato per la mia nuova vita.»

Ascoltando queste parole, non è possibile non ripensare alle settimane del lockdown. Ci siamo agitati. Perché non potevamo più muoverci come prima. Perché c’era la fila per fare la spesa. Perché non si poteva andare a cena fuori e bisognava restare a casa. Tutto questo appare ridicolo in confronto alla storia di Sébastien. Nel bel mezzo della pandemia di coronavirus, mentre eravamo a casa arrabbiati per la limitazione delle nostre libertà, Sébastien ha ricevuto la telefonata: finalmente un cuore disponibile.

Sébastien ha combattuto per quattro anni e così ha preso una decisione per la vita. Anche il suo donatore l’ha fatto, decidendo di donare gli organi. Anche Sébastien donerebbe i suoi organi. Questo è in linea con il suo atteggiamento verso la vita, positivo e sereno, ma è anche un modo per esprimere la sua gratitudine verso il suo donatore.

 

Decidere a favore o contro la donazione di organi è una decisione per la vita. Registrate la vostra decisione nel Registro nazionale di donazione di organi, garantendo così sicurezza, chiarezza e sollievo.

>> Iscriversi ora