Geneviève Anthamatten, nata nel 1952, ha subito un trapianto di rene e di pancreas nel 1999.

Geneviève Anthamatten soffre di diabete da quando aveva 18 anni e si è sempre curata con l’insulina. Malgrado la malattia, ha potuto condurre una vita normale, all’insegna dello sport e diventare mamma di un bambino. Nel 1992 il suo quadro clinico è peggiorato dopo un’insufficienza renale: la sua malattia le richiedeva di sottoporsi alla dialisi tre volte alla settimana. Successivamente, il suo nome è stato inserito nella lista d’attesa per un nuovo rene. Dopo sette lunghi anni è stata finalmente sottoposta a un trapianto.

Grazie alla nuova qualità di vita che ne è conseguita, Geneviève può ora nuovamente approfittare di tutto ciò che la vita le offre. La 63enne ha infatti continuato a praticare sport e ad affrontare nuove sfide sempre in questo ambito. Approfittare di tutto ciò che la vita le offre per lei significa anche trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici: questi momenti le donano gioia e la fanno sentire appagata.

Per trasmettere agli altri quanto la vita possa essere bella anche con una malattia, vorrebbe motivare i diabetici e le persone che hanno subito un trapianto a praticare dello sport. Inoltre, vorrebbe dimostrare loro che anche dopo un trapianto o una malattia è possibile condurre una vita attiva e di qualità.