Breadcrumb Navigation
Share Mail Print

Informazioni: coronavirus e donazione di organi/trapianto

Informazioni relative alle donazioni di organi e ai trapianti
La situazione attuale, in considerazione del coronavirus in Svizzera, ha delle ripercussioni anche sulle donazioni di organi e sui trapianti. Swisstransplant, gli ospedali di espianto e i centri di trapianto hanno adottato le adeguate misure.
Tutti i potenziali donatori di organi saranno sottoposti a un tampone naso-faringeo volto a diagnosticare il coronavirus. Nel caso in cui il test risulti negativo (coronavirus assente), non sussiste alcuna controindicazione alla donazione di organi; gli organi possono essere quindi donati e trapiantati. Nel caso in cui il test risulti positivo (coronavirus presente), il trapianto di polmoni è un’opzione da escludere. Gli altri organi sono accettati unicamente per trapianti salvavita da effettuarsi nell’immediato, previo colloquio con un infettivologo proveniente da un centro universitario di trapianti.

Informazioni per soggetti che hanno subito un trapianto
Swisstransplant consiglia a persone che hanno ricevuto un trapianto/terapie immunosoppressive di rivolgersi al proprio medico curante o al centro di trapianto competente. Ogni caso clinico ha le sue peculiarità; è per questo che il vostro medico è l’unico in grado di valutare al meglio le misure da adottare contro il coronavirus.

Ulteriori informazioni sul coronavirus sono disponibili sul sito web dell’UFSP. I professionisti troveranno maggiori informazioni sulla nostra pagina informativa.