Share Mail Print

Chi può donare organi?

Una donazione di organi è possibile solamente se la morte del donatore è stata accertata. Inoltre deve esserci il consenso alla donazione di organi. In assenza di un documento attestante il consenso o il rifiuto del defunto alla donazione di organi (ad esempio in forma di tessera di donatore, di iscrizione al Registro nazionale di donazione di organi o di testamento biologico), viene chiesto ai familiari più stretti se conoscono la volontà della persona deceduta. In caso negativo, spetta a loro decidere, nel rispetto della volontà presunta della persona deceduta. È vietato prelevare organi, tessuti o cellule se non vi sono congiunti o se questi non sono reperibili. La volontà della persona deceduta prevale sulla volontà dei congiunti. Se la persona deceduta ha delegato la decisione a una persona di fiducia, spetta a quest’ultima decidere anziché ai congiunti più stretti.

Eccetto per pazienti oncologici in fase attiva, per cui nella maggior parte dei casi la donazione di organi è impossibile, possono essere donati gli organi di qualsiasi persona il cui decesso avvenga in ospedale, nel reparto di terapia intensiva, in seguito a morte cerebrale o arresto cardiaco. Per i pazienti considerati guariti è possibile la donazione di organi cinque anni dopo la guarigione dal tumore. Perciò è molto importante che comunichiate la vostra decisione di donare o meno gli organi inserendo i vostri dati, fino in età avanzata, nel Registro nazionale di donazione di organi. Non ci sono limiti di età per donare gli organi. Nel momento in cui potrebbe essere presa in considerazione la donazione di organi e posto che ci sia il consenso per la donazione, è fondamentale verificare la funzionalità dei singoli organi.

È possibile anche una donazione di organi di un bambino. Gli organi di bambini vengono assegnati principalmente ad altri bambini. Solamente i neonati con meno di 28 giorni sono esclusi dalla donazione di organi per motivi etici e medici. Ogni persona che abbia compiuto 16 anni può iscriversi al Registro nazionale di donazione di organi o compilare una tessera di donatore. Se un potenziale donatore di organi è un minore, la decisione spetta ai suoi rappresentanti legali.

Esistono tre tipi di donatori di organi: i donatori in stato di morte cerebrale, i donatori in stato di morte cardiaca e i donatori viventi. Nel 2018, la ripartizione dei donatori in Svizzera era la seguente: 126 donatori in stato di morte cerebrale, 32 donatori in stato di morte cerebrale a seguito di un arresto cardiocircolatorio e 120 donatori viventi (cfr. il rapporto annuale 2018, disponibile in tedesco / in francese).