La donazione da vivente in breve

Alcuni organi possono essere donati da persone ancora in vita. In Svizzera è consentito il trapianto di reni e parti di fegato donate da persone viventi.

Nel caso delle donazioni da vivente, si fa una distinzione tra donazioni dedicate e non dedicate, dette anche altruistiche. Nella donazione dedicata, una persona si dichiara disposta a donare un rene o parte del fegato a un soggetto ricevente specifico. Si tratta quasi sempre di donazioni all’interno della famiglia (genitori, fratelli, coniugi), ma anche tra amici, e la donatrice o il donatore sa a chi sarà attribuito l’organo.

Nella donazione non dedicata, una persona decide di donare un rene a un soggetto ricevente sconosciuto come gesto di altruismo. Entrambe le persone mantengono l’anonimato e l’organo viene attribuito secondo le stesse regole seguite per la donazione da persone decedute. Le donazioni altruistiche di fegato da vivente non vengono eseguite in Svizzera, perché l’espianto del lobo destro del fegato rappresenta un rischio per il donatore che non deve essere sottovalutato.

In Svizzera sono circa 110 le persone che ogni anno decidono di effettuare una donazione in vita.