La donazione di organi

Donare un organo significa che i medici prelevano un organo dal vostro corpo dopo la vostra morte.
Ad esempio i polmoni o il cuore.
In seguito una persona malata riceve i vostri polmoni o il vostro cuore.

 

Siete favorevoli o contrari alla donazione di organi?
È possibile che dopo la vostra morte i medici chiedono ai vostri familiari se volevate donare gli organi.
E forse i vostri familiari non sanno cosa rispondere.
I familiari sono i membri della famiglia, il marito o la moglie, la compagna o il compagno.
Non sanno cosa rispondere perché non sanno esattamente cosa avreste voluto fare.

Per evitare questa situazione di incertezza:

  • Decidete cosa volete fare quando siete ancora in vita.
  • Decidete se volete donare i vostri organi oppure no.
  • Mettete per iscritto la vostra decisione.
    Ad esempio sulla tessera di donatore.

Donazione di organi

Volete donare uno o più organi dopo la morte?
In Svizzera è consentito donare 6 organi:

  • il cuore
  • i polmoni
  • il fegato
  • i reni
  • il pancreas
  • l’intestino tenue

Donazione di tessuti

Oltre agli organi, si possono anche donare delle parti del corpo chiamate tessuti.
Si possono donare i seguenti tessuti:

  • cornea
    La cornea è la parte più esterna dell’occhio.  
  • pelle
  • valvole del cuore
  • grandi vasi sanguigni
  • ossa
  • cartilagine
  • tendini
  • legamenti

Condizioni indispensabili per un trapianto

Per trapianto s’intende prendere un organo da dalla persona che lo dona e mettere questo organo nel corpo di un’altra persona.
Per il trapianto devono essere soddisfatte alcune condizioni:

  •  La persona che dona l’organo è in uno stato evidente di morte cerebrale.
  • Quando era ancora in vita, la persona che dona l’organo ha dato il suo consenso alla donazione di organi.
    La persona che dona l’organo ha scritto che era d’accordo, ad esempio sulla tessera di donatore o su un altro documento.
  • Se non si conosce la decisione della persona che dona l’organo, i familiari hanno dato il loro consenso al trapianto.
  • Dei medici specialisti hanno controllato a fondo l’organo.
  • La persona che riceverà l’organo è sulla lista d’attesa.
  • L’organo viene assegnato rispettando tutte le regole previste.

 

Come arriva l’organo alla persona che riceve l’organo?

Cosa succede tra il prelievo dell’organo e il trapianto nella persona che riceve l’organo?
Tutta la procedura è preparata e organizzata nei minimi dettagli.
Un servizio organizza e sorveglia tutte le tappe.
Il servizio controlla, ad esempio:

  • se l’organo è trasportato correttamente dall’ospedale del prelievo all’ospedale del trapianto,
  • se è la persona giusta che riceve l’organo.  

Lista d’attesa

Una persona ha bisogno di un nuovo organo.
Per ricevere un nuovo organo viene inserita nella lista d’attesa.
Ora deve aspettare un organo che sia adatto.
Quando sarà il suo turno?

Esistono chiari criteri per stabilire l’ordine delle persone sulla lista d’attesa.
 

Criteri per ricevere un organo

  • Il trapianto è urgente.
  • Il trapianto ha buone probabilità di riuscita.
  • La persona ha la precedenza perché appartiene a una determinata categoria.
    Ad esempio i bambini hanno la precedenza.
  • Il tempo di attesa.

I criteri sono definiti dall’ordinanza sull’attribuzione di organi.

Procedura di donazione: dal prelievo al trapianto di un organo

Con il caso inventato del signor Ferrari e della signora Bianchi, qui di seguito sono descritte tutte le tappe, dalla donazione al trapianto.

  • Ricovero d’urgenza all’ospedale

    Il signor Ferrari ha avuto un infarto.
    L’ambulanza lo porta all’ospedale.

  • Reparto di cure intense

    Il signor Ferrari viene portato nel reparto di cure intense.
    Qui viene sottoposto a respirazione artificiale e trattato con dei farmaci.
    Il personale medico fa di tutto per salvare la vita del signor Ferrari.
    Ma non c’è più speranza: il signor Ferrari morirà.

  • Chiarire la questione della donazione di organi

    I medici vogliono sapere se il signor Ferrari è d’accordo di donare i suoi organi.
    Forse è iscritto nel registro dei donatori di organi.
    O forse ha una tessera di donatore nel portafogli.
    A volte queste informazioni si trovano anche nelle disposizioni del paziente.
    Le disposizioni del paziente sono un testo che una persona scrive per comunicare quello che vuole fare dei suoi organi.
    Lo scrive pensando al futuro.
    Nelle disposizioni il paziente indica anche come vuole essere trattato se non sarà più in grado di decidere.
    A volte, i medici non trovano alcuna informazione sulla volontà del paziente.
    Allora chiedono ai familiari cosa deciderebbe il paziente.
    Questo colloquio con i familiari è obbligatorio per legge.
    Nel nostro esempio, la famiglia conferma che il signor Ferrari è d’accordo di donare i suoi reni.

  • Il paziente è in uno stato di morte cerebrale

    Due medici specialisti esaminano il signor Ferrari.
    Non fanno parte della squadra incaricata del trapianto.
    L’esame mostra che il signor Ferrari è in uno stato di morte cerebrale.
    Il suo cervello non è più in grado di funzionare.

  • Fare tutte le analisi e organizzare le prossime tappe

    Ora bisogna controllare se i reni sono in buono stato
    e se si possono trapiantare.
    Il servizio che organizza il trapianto fa tutti gli accertamenti.
    Viene fatto un esame medico.
    I risultati dell’esame vengono registrati in un programma informatico speciale.

  • Determinare il gruppo sanguigno e il tipo di tessuto

    Ora l’ospedale analizza il sangue del signor Ferrari.
    Per quale persona nella lista d’attesa sono più adatti i reni del signor Ferrari?
    Per rispondere a questa domanda, l’ospedale deve controllare:
    - qual è il gruppo sanguigno del signor Ferrari
    - quali virus o altri elementi che potrebbero essere pericolosi si trovano nel suo sangue
    - come sono le particolarità del tessuto
    Anche il tessuto deve essere adatto alla persona che riceve l’organo.

  • Assegnare l’organo

    Swisstransplant assegna un rene alla signora Bianchi.
    La signora Bianchi ha urgente bisogno di un rene ed è sulla lista d’attesa.
    Per assegnare un organo a una persona ci sono regole molto severe.
    In uno speciale programma informatico vengono registrati tutti i dati:
    i dati dei donatori, cioè delle persone che donano un organo, e
    i dati dei riceventi, cioè delle persone che ricevono un organo.
    È il programma che sceglie la persona sulla base delle informazioni ricevute.
    Il programma garantisce una procedura corretta.

  • Informare l’ospedale

    Swisstransplant informa l’ospedale della signora Bianchi che può ricevere un rene per il trapianto.
    L’ospedale ha un’ora di tempo per decidere se accettare o rifiutare l’organo per la signora Bianchi.
    A volte una persona dona diversi organi.
    Swisstransplant deve trovare il ricevente più adatto per ogni organo.
    In questo caso può essere che Swisstransplant debba informare diversi ospedali.

  • Prelevare l’organo

    I medici del centro di trapianto prelevano il rene al signor Ferrari.

  • Trasportare l’organo

    Il rene viene portato all’ospedale della signora Bianchi.
    Gli organi non possono essere conservati a lungo.
    E a volte gli ospedali per il prelievo e per il trapianto sono lontani tra loro.
    È importante organizzare il trasporto in ogni dettaglio.
    Spesso il trasporto dell’organo viene fatto con l’ambulanza.
    Ma a volte anche con l’elicottero o con l’aereo.

  • Cure dopo il trapianto

    Ora la signora Bianchi ha un nuovo rene.
    Per lei comincia una nuova vita.
    Ma dovrà prendere dei medicamenti per tutta la vita.
    Questi medicamenti si chiamano immunosoppressori.
    Gli immunosoppressori aiutano il corpo della signora Bianchi ad abituarsi al nuovo rene.

    Quanti trapianti si fanno in Svizzera?
    Nel 2021, 166 persone decedute hanno donato i loro organi.
    Alcune persone hanno donato diversi organi.
    Grazie alle donazioni ci sono stati 587 trapianti di organi.

Chi può donare un organo?

Ognuno può donare uno o più organi.
Anche i bambini e le persone anziane possono essere donatori di organi.
 

Importante:
La persona decide liberamente di donare i suoi organi.
L’organo deve essere in buono stato.

 

Organi di bambini

Un bambino muore.
I genitori decidono se donare gli organi del loro figlio.
Di regola, gli organi dei bambini vanno ad altri bambini.
Eccezione:
Se il bambino ha meno di 28 giorni è vietato fare una donazione di organi.
 

Chi non può donare un organo?

Non possono donare organi le persone che soffrono delle seguenti malattie:

  • un cancro
    Se però il cancro è guarito da almeno 5 anni, la persona può di nuovo donare organi.
  • una malattia del cervello chiamata Creutzfeldt Jakob
  • la rabbia
    La rabbia è una malattia che si trasmette attraverso il morso di animali selvatici.
  • un avvelenamento del sangue che non si può curare